Titoli della collana


Come prevenire illegalità e corruzione nel sistema sanitario e sociale

Autore: Gruppo di lavoro Illuminiamo la salute

Un’analisi articolata delle modalità con cui corruzione e illegalità si diffondono nel sistema sanitario e sociale, di quali siano i fattori che le agevolano e quale l’impatto che producono, per far luce sulle tante opacità del sistema. I suggerimenti per professionisti e cittadini e l’esame della recente normativa per la prevenzione della corruzione forniscono gli strumenti per andare al di là di enunciazioni teoriche e adempimenti burocratici, perché “illegalità e corruzione devono essere respinte dai comportamenti quotidiani di tutti gli operatori e di tutte le persone coinvolte, dai politici ai giornalisti, dai ricercatori ai pazienti”. Questa guida contribuisce in modo concreto alla battaglia per la legalità e l’integrità del sistema.



Bibliotecari biomedici. Una guida al cambiamento

Autore: Barbara Martin, Cristian Lo Iacono

La dematerializzazione della conoscenza ha imposto un cambiamento alla configurazione e alla funzione delle biblioteche biomediche. Ma soprattutto ha determinato una trasformazione del ruolo del bibliotecario. Gli autori ci propongono un viaggio verso le biblioteche del futuro prossimo, a partire da un’analisi puntuale e dettagliata dei nuovi bisogni informativi e dei rinnovati processi organizzativi. Grande attenzione viene data alla formazione dei nuovi professionisti e al contributo che questi dovranno fornire al processo di accesso all’informazione, passando da un’ottica di “servizio” ad una di “intermediazione” efficace ed efficiente che presuppone una partecipazione competente alla stessa attività di ricerca.



Le riviste scientifiche. Istruzioni per l'uso

Autore: Luca De Fiore

Ogni anno nascono 800 nuove riviste scientifiche. Ancora di più cresce il numero degli articoli: sono oltre un milione l’anno. Eppure, la metà delle domande che il medico si pone visitando un paziente resta senza risposta. C’è qualcosa che non va? Certamente: gran parte della letteratura scientifica è utile a chi firma gli articoli ma non a chi li legge. Conviene conoscere meglio cosa offrono le riviste per selezionare l’informazione e valutarla criticamente.



Disegno degli studi clinici. Quali endpoint?

Autore: Francesco Perrone

Quali sono, cosa rappresentano e quanto valgono gli endpoint delle sperimentazioni? Si tratta di questioni di notevole interesse che possono essere declinate da vari punti di vista: quello del paziente (sempre più informato) e del medico (che lo informa); quello delle agenzie regolatorie e quello del metodologo o dello statistico che disegnano e interpretano gli studi. Per dare risposte corrette è necessario che la riflessione metodologica non si limiti alla sola qualità della conoscenza scientifica, ma includa la comprensione del valore delle innovazioni farmacologiche per garantire la sostenibilità del progresso terapeutico.


La ricerca documentale. Istruzioni per l'uso

Autore: Claudia Vidale, Giovanni Guarrera

La guida, rivolta a tutte le figure professionali sanitarie, ha come obiettivo quello di aiutare a riconoscere il proprio bisogno informativo migliorando le capacità di localizzare, utilizzare e valutare efficacemente la buona informazione di cui si ha bisogno. Contribuisce quindi a dare al professionista sanitario le indicazioni per il recupero di informazioni pratiche, selettive ed in una prospettiva evidence-based oriented.
La ricerca documentale deve essere rigorosa dal punto di vista metodologico e tendere a produrre risultati rilevanti per la pratica clinica. Si tratta di trovare il giusto equilibrio fra richiamo e precisione, sensibilità e specificità: la buona informazione è la migliore medicina.


Impact factor, h-index e la valutazione della ricerca

Autore: Ombretta Perfetti

La guida descrive analiticamente i meccanismi di funzionamento dei principali indicatori bibliometrici usati per valutare la ricerca misurandone la "qualità". La Perfetti descrive in modo esauriente e sintetico al tempo stesso la peer review, l'impact factor, l'analisi delle citazioni, l'h-index e gli altri numerosi strumenti che vengono applicati al processo di valutazione dell'attività di ricerca, evidenziandone aspetti positivi e negativi. Vengono analizzate anche le principali banche dati bibliografiche e citazionali d'informazione biomedica, e un piccolo spazio è riservato al ruolo di internet e del social web quali fonti di nuovi strumenti di analisi e valutazione della comunicazione scientifica.


Gli psicofarmaci nei pazienti con cardiopatie

Autori: Anna Rita Gatti, Simona Gotelli

Qual è il farmaco psicotropo più indicato per il paziente nel post-infarto o con fibrillazione atriale? Quali sono gli effetti collaterali "cardiovascolari" dell'aloperidolo? E i farmaci a rischio per torsione di punta? Si tratta di domande di frequente riscontro nella pratica clinica dello psichiatra. Le malattie cardiologiche (ed i farmaci comunemente usati per curarle) sono infatti tra le condizioni a maggiore rischio di interazione con gli psicofarmaci. Partendo dalle malattie cardiovascolari, questa guida tascabile descrive i farmaci psicotropi indicati, controindicati o da usare con particolare cautela nei pazienti cardiopatici ed insegna a districarsi tra gli effetti collaterali, segnalando le categorie di psicofarmaci più sicure.



Come rendere più umana l'assistenza oncologica

Autori: Rodolfo Passalacqua, Caterina Caminiti

I malati oncologici non hanno bisogno solo di prestazioni diagnostiche e terapeutiche, hanno anche esigenze emotive e sociali, spesso di difficile riconoscimento. Da qui la necessità di individuare strategie e interventi per promuovere l'umanizzazione delle cure oncologiche. È questo l'obiettivo del progetto HuCare, Humanization in Cancer Care. Tre grandi aree di intervento (miglioramento della comunicazione tra paziente e operatore sanitario, soddisfazione del bisogno informativo del malato, rilevamento del distress psicologico e dei bisogni sociali) e quattro interventi di dimostrata efficacia che la guida pratica ripropone nel dettaglio.



Personal recovery. Teoria e pratica della guarigione personale

Autore: Mike Slade

Il manualetto è molto ben fatto ed è "fulmineo" per chiarezza e praticità, da consigliare a tutti gli operatori che si interessano della salute mentale e che potrebbero, alla fine della lettura, acquisire una nuova dimensione terapeutica per tutte le persone psichicamente sofferenti che in base al concetto di personal recovery hanno il diritto alla speranza del loro futuro, a identificare progetti di vita fattibili e realistici, a ritrovare il senso della vita e a prendersi la responsabilità del proprio destino. Comprendere fino in fondo il messaggio del personal recovery sarà uno stimolo per tutti noi per modificare nella pratica clinica giornaliera il nostro atteggiamento nei riguardi delle persone con disturbi mentali e per una riorganizzazione recovery-oriented dei nostri servizi di salute mentale.



Rispondere a un quesito clinico. Una guida pratica

Autori: Danilo di Diodoro, Carlo Descovich, Roberto Iovine, Cesare Tosetti

Ogni anno viene pubblicato sulle riviste scientifiche di area biomedica circa un milione di nuovi articoli che riportano risultati di ricerche; oltre mille sono i nuovi articoli indicizzati giornalmente in Medline. Quante, ma soprattutto quali, sono le informazioni che servono realmente per la pratica clinica? Occorrono strumenti adeguati sia per un'efficace ricerca di informazioni sia per una valutazione della loro qualità e della loro trasferibilità alla pratica. Questo tascabile spiega in modo concreto e comprensibile come fare a trovare su Internet ciò che serve per curare meglio il paziente.



Google. Istruzioni per l'uso in medicina

Autore: Carlo Fudei

Medici, infermieri, farmacisti usano (anche e molto) Google, spesso senza sapere che gli operatori logici AND e NOT non funzionano, e che è invece possibile trovare “al volo” la definizione di procedure e patologie o il significato di abbreviazioni e acronimi. Questa guida dice come fare, con poche parole e molte immagini.







Smartphone, iPad, e-book per il medico

Autore: Alberto Eugenio Tozzi

La tecnologia mette oggi a disposizione del medico una serie di dispositivi che offrono prospettive di applicazione fino a ieri quasi impensabili. Ma quale reale impatto possono già avere smartphone, iPad e e-book reader sulla qualità dell’assistenza al di là delle mode? La guida illustra con semplicità e chiarezza le caratteristiche principali di questi nuovi device suggerendo, di volta in volta il modo, migliore per sfruttarne le enormi potenzialità. Una serie di fulminee recensioni sulle app mediche, su vantaggi e svantaggi di Kindle e iPad, sull’uso presente e futuro della cartella clinica elettronica, con esempi pratici applicati alla routine clinica.




Health Technology Assessment. Seconda Edizione

Autore: Tom Jefferson, Marina Cerbo

L'interesse per l'Health Technology Assessment è uscito dal ristretto ambito dei ricercatori nel quale era confinato facendo fiorire interpretazioni, aspettative, usi. È emersa anche, però, la necessità di un corretto sviluppo della pratica dell'HTA per una sua integrazione efficace nel sistema sanitario. Questa guida ne riassume in 48 pagine i concetti essenziali, fornendo un pratico strumento metodologico per chi si appresta ad occuparsi di HTA sia come produttore sia come utilizzatore.




Scale di valutazione dell'ictus

Autori: Stefano Cagliano, Andrea Sanapo

L'American Heart Association statunitense raccomanda che tutti i paramedici e gli operatori di base siano addestrati a riconoscere un ictus usando uno strumento validato e semplificato di valutazione neurologica extraospedaliera come la Cincinnati Prehospital Stroke Scale o il Los Angeles Prehospital Stroke Screen. Ma la domanda è: quanti medici conoscono le due scale o magari le Canadian Neurological, la European Stroke o la Hemispheric Stroke Scale? E a quanti manca uno strumento agile per usare le comunissime Glasgow Coma Scale (GCS) o NIH Stroke Scale (NIHSS)? Questa guida, con la prefazione di Riccardo Sterzi, direttore del reparto di neurologia del Niguarda Ca’ Granda di Milano, ha il pregio di sintetizzare in modo chiaro e veloce le scale usate più spesso in caso di ictus. E sta tutto nella tasca del camice...



PubMed. Istruzioni per l'uso. Terza edizione

Autore: Chiara Bassi

Come usare al meglio PubMed? Invece di pescare nel mare aperto dell’informazione, PubMed è la rete che ci fa catturare la letteratura più accreditata. Ma per trovare la risposta ai quesiti posti quotidianamente dalla pratica clinica, è essenziale usare la giusta esca. Questo manuale illustra un percorso pratico di ricerca, ricco di esempi e suggerimenti, che, guidandoci attraverso diverse schermate, insegna a gestire i risultati nel modo più efficace.




Come leggere uno studio controllato randomizzato. Seconda edizione

Autore: Tom Jefferson

Gli studi controllati randomizzati (randomized controlled trial) sono considerati i più affidabili per determinare le prove di efficacia di una terapia. Molto spesso, però, la qualità metodologica di questi studi è assai modesta. Una guida per:
- capire rapidamente i difetti di un trial;
- verificare il livello di trasparenza e il rispetto delle regole;
- decidere in fretta cosa leggere e cosa, invece, cestinare;
- preparare diapositive per insegnare a leggere criticamente la letteratura scientifica.




Le mappe della salute

Autore: Luca De Fiore

È davvero possibile monitorare l’andamento delle epidemie utilizzando i nuovi strumenti offerti da Internet? Questa guida tascabile spiega i progetti di Google e dei Sistemi Informativi Geografici grazie ai quali è già possibile:
- documentare la frequenza e la distribuzione dei fenomeni di salute/malattia
- conoscere i bisogni sanitari nella loro genesi, dinamica e distribuzione
- identificare le aree problematiche che richiedono un intervento prioritario.